Sep 29

The 100 TXT Days: 3° settimana - By Tatiana Coviello, Group Chief People Officer

The 100 TXT Days: 3° settimana - By Tatiana Coviello, Group Chief People Officer

csm_Week_3_pict._234eb5bd61                Cheleo Offices in Bedizzole (BS) - Italy

Scorro le pagine dei miei appunti su GoodNotes, titoli e sotto titoli, schemi e frecce, cercando di estrapolare le cinque cose che ho imparato dalla settimana scorsa e mentre rifletto su cosa scegliere ecco la prima che spunta dai tasti del mio computer:

  1. Se vuoi imparare, ascolta. Se vuoi vedere il mondo che cambia, fallo di più. Sembra banale, eppure non lo è. Generalmente parlo molto, ci sono riunioni, presentazioni, risposte da dare, al telefono, via e-mail, di persona e adesso via videocall. Credo che questa sia la giornata tipo di ogni manager. Adesso risposte ne possa avere ancora poche e quindi forse per questo ascolto di più. Forse è perché mi sono prefissata l'obiettivo di imparare almeno cinque nuove cosa a settimana. Ma rifletto un attimo, e se ci sforzassimo, come manager, anche quando è vent'anni che facciamo lo stesso lavoro, di imparare cinque cose alla settimana sulla nostra azienda, sul mercato che cambia, sui nostri collaboratori, sui nostri clienti... quale beneficio ne trarremmo? Forse uno sicuramente: ci accorgeremo prima del mondo che cambia intorno a noi.
  2. Smart Working e ambiente di lavoro. L'uno non sostituisce l'altro. Dopo la sede della nostra Company Pace di Berlino sono andata a visitare un'altra Company del Gruppo TXT a Bedizzole sul Lago di Garda: Cheleo. Le nostre persone lavorano all'interno di una cascina ristrutturata, all'entrata nel bel mezzo dell'ufficio Open space una McLaren giallo fiammante e a sinistra una cucina country dove ci si incontra per pranzare insieme, cucinare qualcosa o bere un caffè. Nonostante le persone possano lavorare da casa le scrivanie, ben distanziate tra loro, sono quasi tutte occupate, si sente il profumo della collaborazione, produttività e voglia di fare bene. Vero che molti di loro non abitano distanti, eppure hanno voglia di lavorare in quegli spazi. Cosa ho imparato da questo? Che introdurre nuove forme di lavoro come lo Smart Working va bene, ma questo non significa rinunciare ad investire in spazi accoglienti, dove i collaboratori abbiano voglia di ritrovare l'aspetto umano che non passa da una videocall. E' sempre una questione di equilibrio e l'i dove questo non è imposto ma si manifesta attraverso quello che le nostre persone scelgono di fare, allora è un equilibrio produttivo, per tutti: azienda, collaboratori e clienti.
  3. Analizzare i portafogli prima di una merge può fare la differenza. Da Cheleo ho scoperto anche questa estrema expertise di nicchia che abbiamo in TXT Group: un team con capacità non solo informatiche e quindi di migrare i dati di un portafoglio di NPL (non performing loans) da una banca all'altra ma anche in grado di analizzarlo con competenze finanziarie e di crediti anomali altamente qualificate con software che hanno nomi di succhi di frutta come ACE oppure di persone come Jack ma dove alla base ci sta sempre il mitico Joker (non ho capito bene cosa sia questo "prerequisito" ma il nome si sposa bene con quella che potrebbe essere la macchina da corsa di Batman versione giorno - quella della foto per capirci).
  4. Banche e NPL. Normalmente però le banche o i fondi, quando pensano ad una acquisizione cosa fanno: si incontrano i vertici e analizzano i bilanci, poi, nella migliore delle ipotesi, andranno a fare una valutazione dei crediti in pancia alla banca che viene acquisita ma spesso queste analisi sono parziali. Infine, dopo l'acquisizione, viene a galla la spazzatura. Analizzare gli NPL in modo approfondito prima di una fusione porterebbe ad una determinazione del prezzo d'acquisto più accurata e con un rischio per gli azionisti più basso. Think about it.
  5. Safety & security non sono la stessa cosa. Peccato che in italiano li traduciamo come sinonimi con il termine sicurezza. TXT Group si occupa di Software e safety e security nel settore aerospace sono due termini importantissimi e soprattutto vanno in senso contrario. In che senso? Semplice: più il progetto di un aereo è vecchio e più è sicuro nel senso di "safe", ma meno è sicuro in ottica di "security". Riporto l'esempio che Michele Capiluppi, responsabile della LOB (Line of Business) on-board software nella divisione aerospace mi ha fatto per capire questo concetto: un Airbus 320 ha fatto migliaia di miglia incontrando migliaia di situazioni in volo che quindi hanno fornito al software ulteriori informazioni per gestire al meglio quel determinato aereo, in termini di "safety" l'aereo è quindi più sicuro, non lo è però in termini di "security" perché più il software è vecchio, più è conosciuto e quindi più facilmente può essere hackerato. Conclusione personale? Preferisco viaggiare su un aereo più vecchio, basta che non perda i pezzi dell'hardware, perché magari la possibilità che dei terroristi si interessino del mio aereo è più bassa rispetto a quella di beccare situazioni atmosferiche critiche. È sempre una questione di numeri e probabilità, non trovate? Oppure magari questi esperti di sicurezza informatica mi faranno presto cambiare idea!
  6. Da customer centered a people centered e l'importanza di avere un buon sistema di HCMS. Se nell'economia del dato i dati sono il business, nell'economia di una gestione efficace di un'azienda i dati delle proprie persone sono una risorsa indispensabile per costruire una Employer Experience in grado di sostenere il business. A questo serve un Human Capital Management System efficace. Le aziende che riusciranno ad avere un approccio People Centered dove per People si intende non solo i clienti ma anche i collaboratori, saranno le aziende che in futuro avranno successo.

Arriviamo alle sfide di questa settimana:

  1. Passare il concetto di Smart Working alla Company Pace in Germania come un concetto di "Working Anywhere" e "Working Anytime" e che fa parte dell'evoluzione del modo di lavorare di un collaboratore molto diverso dal semplice concetto di Home Office. Il General Manager di Pace ne ha comprese ora le opportunità e questa settimana sarà oggetto di ulteriori approfondimenti anche giuridici rispetto agli altri paesi. Oltre a questo, la prossima settimana passiamo ad una Newsletter davvero di Gruppo, rivolta a tutti i collaboratori. Primo piccolo step verso una comunicazione interna di gruppo a due vie!
  2.  Presentazione in CDA. Mi presento questa settimana per la prima volta a tutto il CDA e come si sa, la prima impressione conta, moltissimo. Dita incrociate senza ansia da prestazione quindi. Keep it simple.
  3. Colloqui individuali per avviare un Team Coaching all'interno di una delle nostre Company. Ascolto e ancora ascolto. Caspita, a volte non serve dire nulla (e si fa pure meno fatica) e anzi, forse non dire nulla a volte è meglio: abate Dinourt con il libro "L'arte del silenzio" docet.

E anche questa volta è tutto dalla base di TXT Group vi saluto con il mio solito

#connectingthedots

Tatiana Coviello

CPO TXTGroup